AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER PARTE MALE MA FINISCE IN BELLO STILE A MIAMI. E’ NEI QUARTI

Partenza non facile quella di Jannik Sinner negli ottavi di finale del Masters 1000 di Miami, contro l’australiano O’Connell, che aveva vinto l’unico precedente contro il campione altoatesino. Indietro di un break (1-3) Jannik ha avuto per due volte l’occasione di rimediare al break subito ma non ci è riuscito, anche per la verve di giornata dell’avversario, in avvio quasi perfetto. Dal 2-4 il match è cambiato, con l’attenzione dell’azzurro che è via via salita e con la stessa anche il rendimento. Così l’azzurro ha infilato un parziale di 7 giochi consecutivi che hanno creato un solco tra sé e O’Connell. Sul 6-4 3-0 l’azzurro ha tirato per un attimo il fiato e l’avversario è rientrato parzialmente nel match (1-3) senza però riuscire ad impensierire il numero 3 del mondo che ha incrementato la potenza dei colpi e variato sempre più gli schemi venendo anche a rete a prendersi i punti e utilizzando in più occasioni anche lo schiaffo al volo. Alla fine sigillo del match sul 6-4 6-3 e prossimo avversario il ceco Machac. Con la vittoria di oggi il suo bilancio stagionale è salito a 19 successi su 20 incontri disputati. Jannik è chiamato a difendere a Miami la finale colta nel 2023. Il suo rendimento sale di partita in partita, così la sua fiducia dopo i piccoli acciacchi di Indian Wells comparsi in semifinale contro Alcaraz.

di redazione

Articolo offerto da www.custorino.it