AtletiCampaniaNewsRegioniTornei Internazionali

PASQUA SPECIALE ANCHE PER LUCA NARDI, OGGI NUMERO 75 ATP

“Una Pasqua speciale per me. Vincere questo torneo per me vuol dire tanto”. E’ felice e non potrebbe essere altrimenti Luca Nardi, campione al Challenger di Napoli, la città dove sono nati i suoi genitori a cui è legatissimo.
In finale ha sconfitto in tre set il francese Pierre-Hugues Herbert, “un giocatore che non dà tanto ritmo, serve bene, gioca bene a rete e cerca il più possibile di accorciare gli scambi”.
Dopo Napoli, Nardi tornerà in campo fra una settimana a Monte-Carlo, dove l’anno scorso si qualificò, superò però un turno prima di cedere 60 60 contro Lorenzo Musetti. “Poi ci sono Madrid, Roma e Roland Garros. Speriamo vada tutto per il meglio” ha detto a SuperTennis.
Con la terza rimonta consecutiva Luca Nardi mette la firma sulla “Napoli Tennis Cup 2024”, Challenger ATP 125 (montepremi 148.625 euro) organizzato da Master Group Sport in collaborazione con il Tennis Club Napoli, che si è concluso sulla terra rossa partenopea.
In finale il 20enne pesarese di origini napoletane, n.96 del ranking e secondo favorito del seeding, ha battuto per 57 76(3) 62, al termine di una battaglia di oltre due ore e mezza, il francese Pierre-Hugues Herbert, n.160 ATP (ma arrivato fino al n.36 nel 2019), fortissimo doppista con 23 titoli all’attivo tra cui ben 5 Slam (tutti vinti con il connazionale Mahut) ed ottava testa di serie. Grazie al sesto trofeo Challenger in carriera, su otto finali disputate, il marchigiano, che dallo scorso dicembre è seguito da Giorgio Galimberti e Marco De Rossi, è salito al n.75 ATP, nuovo “best ranking”.

di redazione

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche