AtletiNewsTornei Internazionali

SINNER, TITOLO E 2° POSTO AL MONDO

La favola di Jannik Sinner continua. Il campione azzurro ha centrato al terzo tentativo (terza finale quella di ieri sera) il titolo Masters 1000 a Miami. Meritato perchè anche nell’atto decisivo, contro Grigor Dimitrov, che arrivava da due grandi successi contro Alcaraz e Zverev, ha dato una dimostrazione di forza e classe assoluta. In 1 ora e 12 minuti ha messo in un angolo il 32enne bulgaro che è riuscito a rimanere in partita solo fino al 3-4 del primo set dopo aver avuto per primo l’opportunità di togliere il servizio a Jannik. Salito sul 5-3 il numero 1 italiano e da questa mattina ufficialmente numero 2 al mondo (mai nessuno aveva osato tanto con il tricolore) ha tolto una seconda volta il servizio a Dimitrov chioudendo la prima sezione di gara in 32 minuti. Nella seconda, a suon di risposte aggressive, discese a rete in controtempo, servizi vincenti e tanta tattica, ha dilagato cogliendo un secco 6-1 e sorridendo al successo con la solita classe ed eleganza: “Essere n°2 ovviamente ha un gran significato per me, ne sono felicissimo – ha dichiarato Jannik nel corso della conferenza stampa – , ma la cosa più importante è la qualità delle performance che ho espresso qui, specialmente di semifinale e in finale. Non avrei mai pensato di trovarmi in questa posizione, è una sensazione bellissima. Se il primo gennaio mi avessero detto che avrei vissuto questo inizio di stagione, non lo avrei mai creduto. Mentirei se dicessi il contrario. La stagione è iniziata molto bene, è andata anche oltre le mie aspettative, ma vivo ogni torneo come una nuova opportunità e so che ho ancora molto da dimostrare. Ho la fortuna di lavorare con un gran team che mi supporta e mi sprona a fare sempre meglio. Sono felice della mia vita e della mia stagione, ho giocato molti match e ho vinto tre tornei prestigiosi, ma tra qualche giorno ricominceremo con gli allenamenti e ci saranno tanti altri tornei da affrontare”.
Miami lo ha conosciuto nel primo grande exploit del 2021, ma ancora si stupisce della semplicità del campione altoatesino: “Mi sto godendo ogni istante di questa mia avventura nello sport – racconta – ; vincere un torneo è speciale, non importa quale torneo, è sempre un giorno speciale. Io sono nato in una famiglia normalissima, i miei genitori lavorano, vivono in un posto bellissimo e conducono una vita tranquilla. Mi mancano ovviamente, e mi spiace non passare molto tempo con loro, ma so che sono felici per me”.
Chi lo immagina pronto a stappare una bottiglia di champagne si deve ricredere subito: “Non sono un ragazzo da grandi festeggiamenti, mi basta fare una cena tranquilla con il mio team (la serata l’ha passata a Downtown Miami, nel solito ristorante italiano che lo ha accolto nel corso delle due settimane del torneo, ndr). E’ stata una settimana speciale e ne sono contento ma domani si torna a casa e si comincia a preparare Montecarlo non c’è molto tempo”.

di redazione e sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org