AtletiNewsTornei Internazionali

DARDERI E’ NEI QUARTI A HOUSTON

Luciano Darderi allarga le braccia per godersi appieno una gioia luminosa, forse inattesa. Abbraccia il padre coach, bacia la fidanzata, si prende gli applausi dei tifosi per il suo spirito battagliero che brilla nell’unico torneo sulla terra battuta in calendario negli USA al River Oaks Country Club di Houston. Numero 72 del mondo, ha sconfitto 64 26 76(4) al termine di una partita piena di tensione, di passaggi di tempo sul filo dell’emozione, sempre sospesa tra la paura di perdere e la voglia di vincere. Per un posto in semifinale affronterà per la prima volta in carriera lo statunitense Marcos Giron, che ha vinto 64 63 il derby con J.J.Wolf.
Cerundolo ha giocato sempre in rincorsa, anche nel terzo set perché Darderi due volte è andato in vantaggio di un break. “Lì ho sentito un po’ di tensione, ma ho giocato senza pressione e ho fatto molto bene nel tie-break” ha detto nell’intervista a caldo. Difficile dargli torto. Nella fase più calda ha tenuto il sangue freddo anche dopo la decisione del giudice di sedia di assegnare a Cerundolo il secondo punto dei tie-break dopo un rovescio lungolinea dell’argentino apparso seppur di poco largo.
Grazie a questa vittoria, la seconda in carriera contro un Top 30, Darderi raggiunge il suo terzo quarto di finale ATP in carriera e in stagione, tutti sul rosso. E’ il primo italiano a spingersi così avanti nel torneo che si gioca dal 1910 e da allora ha cambiato più volte città
“Mi sono allenato molto duramente in inverno, mi sento più forte fisicamente e mentalmente rispetto all’anno scorso” ha detto Darderi, numero 72 del mondo questa settimana (il suo best ranking) che quest’anno ha vinto a Cordoba il suo primo titolo ATP.
A Francisco Cerundolo non è bastato avere i panchina (capita da Miami) il connazionale Davin. Nei momenti cruciali dei match ha un calo di tensione. 

di redazione e sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org