AtletiNewsTornei Internazionali

ERRANI PARTE BENE A BOGOTA’, POI EMERGE LA OSORIO

Finisce in semifinale – con qualche rimpianto – la corsa di Sara Errani nella “Copa Colsanitas” (WTA 250 – montepremi 267.082 dollari) che si sta avviando alla conclusione sui campi in terra rossa di Bogotà, in Colombia.
La 36enne di Massa Lombarda, n.117 del ranking, reduce dalla semifinale in doppio a Miami in coppia con Jasmine Paolini, ha ceduto per 76(4) 64, in un’ora e 51 minuti di partita, alla “padrona di casa” Camila Osorio, n.85 WTA e sesta testa di serie, trionfatrice nell’edizione del 2021. La romagnola non giocava una semifinale nel circuito maggiore dal torneo di Tianjin, ad ottobre del 2017 (nell’occasione era partita addirittura dalle qualificazioni).
Il match. “Sarita” aveva vinto entrambe le sfide precedenti contro la 22enne colombiana di Cùcuta. Ma stavolta il “non c’è due senza tre” non funziona. Nel primo set Errani scatta benissimo dai blocchi volando sul 4-0.
Nel sesto gioco Osorio recupera uno dei due break di svantaggio (4-2), la romagnola si difende fino al 5-3 ma poi nel decimo game restituisce anche il secondo break. Alla fine è un tie-break a decidere: Camila mantiene il controllo fin dall’inizio e se lo aggiudica per 7 punti a 4. Osorio prende per due volte un break di vantaggio anche in avvio di seconda frazione (2-0 e 3-2) ma Errani non molla e passa in vantaggio 4-3. Nell’ottavo game Sara non sfrutta una preziosissima palla-break e poi in quello successivo è la romagnola a cedere la battuta nonostante un disperato tentativo di recupero da 0-40 a 30-40, permettendo alla “padrona di casa” di salire 5-4 con la chance di andare a servire per chiudere.
E Camila non si lascia sfuggire l’occasione, archiviando la pratica al primo match-point su un rovescio in rete dell’azzurra, che ha probabilmente pagato la stanchezza per un torneo durissimo.
A Bogotà la romagnola ha superato in due set all’esordio l’ucraina Starodubtsevan.136 WTA e poi si è aggiudicata un’autentica maratona contro la spagnola Sorribes Tormo, n.50 WTA e terza favorita del seeding, battuta per la settima volta in altrettante sfide: quindi nei quarti una nuova maratona vincente contro la rumena Bara, n.178 WTA. Per un ritorno in top 100 che appare sempre più vicino.

DAL SITO WWW.SUPERTENNIS.TV

Articolo offerto da www.tennisvtt.it