AtletiNewsTornei Internazionali

MUSETTI BATTE FILS E SI “REGALA” ANCORA DJOKOVIC

Nella serata monegasca (pioggia e match lunghi sul Campo dei Principi hanno spostato di parecchio avanti il programma) un Lorenzo Musetti in versione extra lusso per un set e mezzo ha staccato il pass per gli ottavi del “Rolex Monte-Carlo Masters”, terzo “1000” stagionale, dotato di un montepremi di 5.950.575 di euro, che si sta disputando sulla terra rossa del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco. Il 22enne di Carrara, n.24 ATP, dopo il successo in due set all’esordio sullo statunitense Fritz, n.13 del ranking e del seeding, ha battuto 63 75, in un’ora e quaranta minuti di gioco, il francese Arthur Fils, 19enne di Bondoufle, n.36 del ranking. Musetti domina per un set e tre quarti: poi è bravo, dopo un momento di “follia”, a chiuderla in due.
Il tennista toscano ha messo il 50% di prime in campo con il quale ha portato a casa il 68% dei punti oltre ad un 58% di punti vinti con la seconda: a referto 12 vincenti a fronte di 6 gratuiti (18 contro 11 il bilancio del francese).
Bravo l’azzurro a rimanere concentrato quando nella parte finale della sfida ha perso il servizio sul 5-4 ma subito ribreccato il rivale andando nuovamente alla battuta per chiudere sul 6-5. Dallo 0-15 e approfittando anche di qualche errore di gioventù del tennista di Metz, ha sigillato il confronto “regalandosi” il prossimo testa a testa contro Novak Djokovic. Match programmato domani e che ha un solo precedente, nello stesso scenario e nello stesso step del torneo, vinto dal carrarino nel 2023.
“Penso di aver giocato una delle partite migliori della stagione”. Lorenzo Musetti commenta così la vittoria contro Arthur Fils, unico teenager in tabellone a Montecarlo. “Per questo – ha aggiunto – ho comandato abbastanza il gioco a parte il finale di partite quando lui è andato sotto 63 52, ha spaccato la racchetta poi ha reagito”.
Musetti ha toccato le 101 vittorie ATP in carriera. E’ il sesto giocatore nato negli anni Duemila con più successi nel circuito ATP dopo Jannik Sinner (212 vittorie, classe 2001), Felix Auger-Aliassime (192, classe 2000), Carlos Alcaraz (170, classe 2003), Holger Rune (107, classe 2003) e Sebastian Korda (104, classe 2000), prossimo avversario di Sinner nel Principato. 
Il carrarino ha fatto i complimenti al francese, il più giovane Top 50 in classifica e il terzo Top 100 più precoce dietro Jakub Mensik e Alex Michelsen. “E’ un bravo ragazzo e un atleta straordinario, fisicamente è molto forte per la sua età – ha detto Musetti -. Penso che non abbia ancora giocato tante partite sulla terra battuta nel circuito ma nella parte finale del match ha fatto vedere un bel tennis, ha giocato benissimo soprattutto con il diritto”.
Nel suo nono ottavo di finale in carriera in un Masters 1000, il terzo consecutivo a Monte-Carlo, ritroverà Novak Djokovic che ha sconfitto allo stesso punto del torneo dodici mesi fa. “E’ divertente, succede esattamente un anno dopo, nello stesso torneo, nello stesso turno. Spero che sarà una bella partita ma sarà comunque una lezione per me. Quando giochi contro un campione come Nole hai sempre qualcosa da imparare, da prendere, sia se vinci, sia se perdi”.

da redazione e sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche