AtletiNewsTornei Internazionali

MUSETTI CEDE CON L’ONORE DELLE ARMI A DJOKOVIC

Ha iniziato con un break Lorenzo Musetti nella sfida di ottavi di finale contro Novak Djokovic, numero 1 del mondo, rivincita di quella giocata lo scorso anno nello stesso step del torneo e vinta dal carrarino. Fino al 4-3 40-0 l’azzurro ha giocato il miglior tennis di stagione, aggressivo e a tratti prepotente sotto il profilo tecnico, vedi una palla corta di diritto messa a segno con tanto di salto. Tanto atipica quanto spettacolare. A questo punto il serbo, che non raggiungeva i quarti a Monte Carlo dal 2019, ha cambiato marcia prendendo forza anche da una polemica con il pubblico che lo ha fischiato per un controllo sul servizio lungo dell’azzurro. Novak ha diretto i cori di dissenso, come a volte gli capita di fare e in qualche modo la magia di Musetti è finita. Il serbo lo ha superato dopo averlo raggiunto e ha piazzato il break decisivo nel 12° gioco. La seconda frazione lo ha visto scappare avanti 4-1 e Musetti è parso quasi lasciare la contesa. Invece si è ridestato, ha tenuto il servizio del 2-4 e nel settimo gioco si è riportato nel match con tanto di meritato contro-break. Non lo ha capitalizzato, però, e Nole ha messo a referto gli ultimi due giochi, chiudendo 7-5 6-3 alla soglia delle due ore di gioco. Musetti esce rafforzato dal torneo monegasco e potrà cercare già nel 500 di Barcellona della prossima settimana di mettere sul terreno le buone sensazioni provate questa settimana. Domani il serbo, che ha speso fisicamente non poco per uscire vincitore dal testa a testa odierno, troverà Alex De Minaur che ha conquistato senza particolari affanni il derby con il connazionale Popyrin.

di redazione (foto Sergio Errigo)

Articolo offerto da www.villafortetennis.com