AtletiNewsTornei Internazionali

UN GIOVEDI’ AZZURRO NEL TORNEO DEL PRINCIPATO, CON SONEGO, MUSETTI E SINNER

Nella giornata dedicata agli ottavi di finale del primo Masters 1000 sul rosso della stagione, scenderanno in campo Lorenzo Musetti contro Novak Djokovic (terzo match dalle 11 sul Court Rainier III), Jannik Sinner contro Jan-Lennard Struff (a seguire sullo stesso campo) e Lorenzo Sonego contro Ugo Humbert (quinto dalle 11 sul Court des Princes). In gara anche Bolelli e Vavassori, in doppio, dalle 12 sul campo 2 contro gli argentini Molteni e Gonzalez, coppia numero 8 del seeding. Sul campo principale il programma sarà aperto alle 11 dal derby russo tra Medvedev e Khachanov; a seguire la ripresa della sfida interrotta ieri per pioggia tra Rune e Nagal, sul 6-3 2-1 per il danese; quindi Djokovic contro Musetti.
Musetti ha toccato nel Principato le 101 vittorie ATP in carriera. E’ il sesto giocatore nato negli anni Duemila con più successi nel circuito ATP dopo Jannik Sinner (212 vittorie, classe 2001), Felix Auger-Aliassime (192, classe 2000), Carlos Alcaraz (170, classe 2003), Holger Rune (107, classe 2003) e Sebastian Korda (104, classe 2000), dominato da Sinner al secondo turno. Nel suo nono ottavo di finale in carriera in un Masters 1000, il terzo consecutivo a Monte-Carlo, ritroverà Novak Djokovic che ha sconfitto allo stesso punto del torneo dodici mesi fa.
Il numero 1 del mondo l’ha battuto in tutti gli altri tre confronti diretti, al Roland Garros 2021 quando ha rimontato due set di svantaggio prima del ritiro di Musetti a pochi game dalla naturale conclusione del match; a Dubai e Parigi-Bercy nel 2022. “Lorenzo è uno dei più grandi talenti del circuito, con quello splendido rovescio a una mano. Non scopriamo oggi le sue qualità, potrà crescere ancora parecchio” ha detto Djokovic, sconfitto da sette italiani in carriera: il primo fu Manolo Jorquera nel 2005, l’ultimo Luca Nardi quest’anno a Indian Wells. Da record le tre vittorie di Sinner, primo italiano a battere due numeri 1 al mondo diversi, e primo giocatore di sempre ad aver sconfitto Nole dopo aver salvato tre match point di fila.
Proprio Sinner prenderà il campo contro Struff al termine della partita tra l’attuale numero 1 del mondo e il carrarino.
Sinner ha superato brillantemente il primo scoglio nel torneo monegasco, rappresentato da Sebastian Korda dopo il bye al primo turno, nel suo primo incontro sulla terra battuta dalla sconfitta al secondo turno del Roland Garros 2023 contro un altro tedesco, Altmaier. Da inizio 2023 ha vinto il suo match d’esordio 23 volte su 24 tornei giocati. “Fisicamente sono cresciuto, e questo aiuta molto sulla terra battuta. Sono arrivato – ha detto l’azzurro – più velocemente al punto dove volevo essere”. Sinner ha battuto Struff nell’unico precedente, giocato quest’anno al 2° turno del 1000 di Indian Wells, sul cemento outdoor e con lo score di 6-3 6-4.
Sonego dovrebbe essere, stando almeno alla teoria del programma, l’italiano che scenderà in campo più tardi. Lucky loser, subentrato in tabellone a Carlos Alcaraz di cui ha ereditato anche il privilegio di partire direttamente al secondo turno come le prime teste di serie, dovrà vedersela con Ugo Humbert per la quinta volta in carriera. L’anno scorso Sonego l’ha battuto proprio a Monte-Carlo e al Roland Garros, il francese ha vinto le due sfide su superfici diverse dalla terra in Canada nel 2021 e a Pechino l’anno scorso.

di redazione (foto Sergio Errigo – inviato a Monte Carlo)

Articolo offerto da www.monvisosportingclub.it