AtletiIntervisteNewsTornei Internazionali

ZVEREV HA VOGLIA DI BMW OPEN

Alexander Zverev torna al BMW Open per la decima volta. La testa di serie dell’evento ATP 250 su terra battuta è alla ricerca del suo terzo titolo a Monaco questa settimana.

“Questo è un torneo speciale per me. Non salto una sola edizione dal 2014 e, spero, non lo farò mai nella mia carriera”, ha detto Zverev martedì. “Ho vissuto emozioni diverse nel corso degli anni qui. Ho vinto due titoli, ma gli ultimi due anni non hanno avuto successo. Spero che le cose cambino di nuovo, potendo competere per il titolo.”

Emozioni contrastanti per Zverev in Baviera

Zverev, che ha vinto trofei consecutivi all’MTTC Iphitos nel 2017 e nel 2018 e ha un record di 14-7 al BMW Open, è stato eliminato anticipatamente in entrambi gli ultimi due anni. È caduto contro il futuro campione Holger Rune nella sua partita di apertura del 2022 ed è stato sconvolto dall’australiano Christopher O’Connell al secondo turno dell’anno scorso.

Tuttavia, prevalgono i sentimenti positivi di Zverev legati ai suoi passati soggiorni nella capitale bavarese. Il nativo di Amburgo ha colto l’occasione per assistere alle partite di calcio della sua squadra preferita, l’FC Bayern München, e ha anche rivelato che gli piace sempre mangiare una cotoletta o concedersi una birra di frumento.

Questa settimana a Monaco è importante anche per Zverev in modo diverso, poiché sabato festeggerà il suo 27esimo compleanno. Come si sente a riguardo?

“Sto invecchiando”, ha risposto Zverev, con un sorriso sul volto. “Tuttavia, la carriera degli atleti professionisti è diventata più lunga. Molti giocatori iniziano a mostrare il loro miglior tennis all’età di 27 o 28 anni. Sono più che felice di ciò che ho già ottenuto, ma ci sono ancora cose che voglio raggiungere. non ho vinto un titolo del Grande Slam e non sono stato classificato n. 1 al mondo. Ma la cosa più importante è rimanere in salute.

“Gli ultimi 10 anni sono passati velocemente. Mi sembra ieri quando ho perso contro Jürgen Melzer nella mia prima partita a Monaco senza avere scampo 6-1, 6-2. Devi apprezzare la tua carriera di tennista professionista. più invecchi, più capisci che non puoi vivere questo tipo di vita per sempre. E adoro essere un tennista”, ha dichiarato Zverev. Ha aggiunto tutto d’un fiato: “Sono ancora qui, domani non andrò in pensione”.

Il numero 5 del mondo inizierà la sua stagione casalinga contro Jurij Rodionov dell’Austria, che ha battuto l’australiano Aleksandar Vukic 6-2, 6-3 in un’ora e 24 minuti. Mercoledì sarà il primo incontro tra i due, ma Zverev sembrava essere ben preparato e non vede l’ora di iniziare.

“Ieri ho fatto un buon allenamento. Oggi è stato un po’ più difficile trovare il ritmo con queste condizioni di vento, ma ho sentito le palle abbastanza bene e spero che passerà una buona settimana qui,” ha detto il due volte campione.

Garin batte Koepfer

In un’altra azione del primo turno in un martedì ventoso e freddo, Cristian Garin ha sconfitto il seme n. 7 Dominik Koepfer dalla Germania 7-6(3), 6-3. Il 27enne cileno, che ha battuto Zverev sulla strada verso il suo trionfo al BMW Open 2019, ha sfruttato due delle sue nove opportunità di break-point per avanzare in un’ora e 37 minuti.

“Sono stato a Monaco molte volte, ma non ho mai avuto vento durante le mie partite. Sono abituato al campo ma non a queste condizioni”, ha detto Garin, che ha battuto Matteo Berrettini in tre set nella finale del BMW Open 2019.

“Sono così felice di essere tornato. Adoro questo torneo; amo la città. È fantastico giocare di nuovo qui. Adoro giocare in Germania. Naturalmente ho dei bei ricordi del passato. Ricordo l’anno in cui vinsi. è stata molto dura, e lo sarà anche questa settimana.”

Garin affronterà il giovane americano Alex Michelsen.

Auger-Aliassime sopravvive allo spavento di Marterer

Felix Auger-Aliassime ha festeggiato un debutto vincente a Monaco, ma aveva bisogno di scavare a fondo contro il favorito di casa Maximilian Marterer. Il canadese, quinta testa di serie, ha salvato un match point nel 12° game del set finale quando ha trovato la linea con un dritto rovesciato vincente. Nel tie-break successivo, Auger-Aliassime ha chiuso la partita assicurandosi una vittoria per 6-7(5), 7-6(6), 7-6(3) in tre ore e 24 minuti, l’incontro più lungo mai giocato BMW Open dall’inizio della raccolta dati.

“È stata una partita pazzesca, una delle più pazze che abbia mai giocato. La fortuna è stata dalla mia parte quando ho salvato il match point. Il novantanove per cento delle volte perdi una partita come questa. È andata a modo mio e sono felice rimanere in vita nel torneo, avere la possibilità di giocare di nuovo,” ha detto Auger-Aliassime, dopo aver recuperato da un set negativo per il primo in questa stagione.

“Le condizioni erano difficili ma entrambi abbiamo dovuto affrontarle. Faceva più fresco rispetto agli ultimi giorni di prove. Vento forte a volte. Non si sa mai da che direzione veniva. È stato complicato ma ho dovuto lottare senza essere carino in campo.”

Il 23enne di Montreal si opporrà poi al giapponese Taro Daniel, che ha vinto 6-3, 6-4 su Christopher O’Connell.

DA UFFICIO STAMPA TORNEO (foto Gettyimages)

Articolo offerto da www.villafortetennis.com