AtletiNewsTornei Internazionali

RUUD SI PRENDE LA RIVINCITA A BARCELLONA

Rivincita sperava che potesse essere oggi Casper Ruud contro Stefanos Tsitsipas nella finale del 500 ATP di Barcellona, dopo aver perso esattamente sette giorni fa al Rolex Monte-Carlo Masters l’atto decisivo contro lo stesso rivale. Così è stato, con il sigillo arrivato sullo score di 7-5 6-3, meritato. Ruud ha così vinto l’11° titolo del massimo circuito in carriera, ma il primo 500 (il più importante): “Volevo qualcosa di più rispetto alla finale di Monte-Carlo dove ero sempre stato troppo indietro nel campo. Non sono partito bene ma mi sono ripreso. Vincere il primo set mi ha dato un grande vantaggio. Nel 2024 sono tornato quello di due anni fa. Una vittoria importante sul campo intitolato a Rafa Nadal, per me una persona speciale”. Partita perfetta del norvegese che ha messo in mostra la solidità ma anche un rovescio molto migliorato rispetto al recente passato.
Ritorno al successo per la già campionessa Slam Sloane Stephens. L’americana si è imposta nel 250 WTA di Rouen (Fra) battendo in finale la polacca Magda Linette per 6-1 2-6 6-2. Chiusura al sesto match point per Sloane, che non vinceva da due anni (Guadalajara 2022) e ha colto l’ottavo titolo in carriera nel massimo circuito. La Linette ha dovuto scontare anche alcuni problemi fisici. Troppi gli errori non forzati alla fine della polacca (45-18). Sei su 15 le palle break convertite dalla Stephens.
Il 250 ATP di Bucarest, martoriato in settimana dalla pioggia, è andato in archivio con la vittoria in finale del magiaro Marton Fucsovics, uno degli “esperti” del circuito, contro l’emergente argentino Mariano Navone, numero 5 del seeding. Partita lottata e portata dalla propria parte dal magiaro nei game conclusivi dei due set, chiusi 6-4 7-5. E’ questo il secondo titolo nel massimo circuito per Fucsovics, dopo quello conquistato a Ginevra, sempre sulla terra rossa all’aperto, datato però 2018.
Elena Rybakina non ha tremato e alla fine della sfida decisiva del 500 WTA di Stoccarda è salita sulla Porsche fiammante che è stato il premio ulteriore per la grande settimana disputata. La kazaka nata a Mosca ha sconfitto nell’ultimo atto, per 6-2 6-2, l’ucraina Kostyuk, che ha subito la sua maggior potenza e poco ha potuto per arginarla. Terzo titolo stagionale per la Rybakina che ormai è una certezza su tutte le superfici.
A quasi 34 anni la prima vittoria in carriera. Non poteva farsi regalo più bello il tedesco Jan Lennard Struff che ha vinto oggi davanti al pubblico amico il primo titolo ATP. In ritardo per il potenziale di cui dispone ma non per questo meno gradito. Nella finale del 250 ATP di Monaco di Baviera Jan Lennard ha fermato con lo score di 7-5 6-3 l’americano Taylor Fritz giocando un match intenso e continuo. Un solo momento di confusione per il tennista tedesco (che dovrà ora difendere i 600 punti della finale 2023 a Madrid) quando è andato a servire per il match sul 5-2 del secondo set. Fritz gli ha recuperato un break ma lo ha subito riceduto e Struff ha ringraziato e aperto le braccia per un’esultanza contenuta.

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org