AtletiNewsTornei Internazionali

TRIS AZZURRO OGGI A MADRID NEL MASCHILE. KO ERRANI CONTRO HADDAD MAIA

Tre su tre. Questo il bilancio odierno dei giocatori azzurri impegnati nel draw maschile del Masters 1000 di Madrid. In sequenza hanno vinto e i maniera diversa Flavio Cobolli, Lorenzo Sonego e Matteo Arnaldi. Il giovane romano, che ha detto di avere quale obiettivo stagionale l’ingresso nella top 50 ATP, ha sconfitto in rimonta il cileno Tabilo, con lo score di 5-7 6-4 6-4. Bravo il figlio d’arte a non mollare la presa anche quando sembrava che il match gli stesse scappando di mano. Ora troverà in seconda battuta un altro cileno, Nicolas Jarry, testa di serie numero 22. Sonego ha superato al termine di un ottimo match il 37enne francese ex numero 7 del mondo Richard Gasquet, dominando il primo set e accelerando nella parte finale del secondo. Chiusura sul 6-2 7-5 e passaggio al secondo turno dove troverà Jannik Sinner. “Gran partita contro Gasquet – ha dichiarato a caldo -. La chiave è stata aver servito molto bene e variato le direzioni trovando diversi ace senza commettere doppi falli. Sono stato giustamente aggressivo fin dall’avvio e ho cercato sempre di far gioco”. Lorenzo proverà sabato a vincere due match consecutivi nei tornei del 2024, cosa che non gli è ancora riuscita, e interrompere la serie di quattro vittorie su altrettante partite messe in bacheca dall’altoatesino. Match giocati tutti nel 2023, con un solo set vinto da Sonego, mai però sulla terra rossa, superficie nella quale il divario con il compagno di doppio, in Davis e non solo, un po’ dovrebbe ridursi. Match tutto da vivere e gustare senza partire battuto.
Vittoria anche per Matteo Arnaldi, ottenuta in un crescendo di rendimento contro l’australiano O’Connell, fissata sullo score di 6-4 6-1. Vendicato così l’unico precedente datato Spalato 2022, a livello Challenger. Per il sanremese ci sarà ora la sfida con il n° 3 del tabellone, Daniil Medvedev.
Nulla da fare invece per Sara Errani che dopo la maratona vincente di ieri ha dovuto inchinarsi in due set alla brasiliana Haddad Maia (6-3 6-2). Il suo è comunque un torneo che merita di essere archiviato con soddisfazione, partito dalle qualificazioni e proseguito in main draw con la bella affermazione contro Caroline Wozniacki.

di redazione

Articolo offerto da PROMOZIONI GESTIONALI s.r.l.