AtletiLazioNewsRegioniTornei Internazionali

FABIO FOGNINI, IL SUO TENNIS E’ ANCORA SINFONIA PURA. VITTORIA DI CLASSE CONTRO EVANS

Lo rimpiangeremo, Fabio Fognini. Il giocatore di Arma di Taggia è ancora uno dei pochi in grado di regalare colpi unici al mondo. Ieri sera lo ha dimostrato contro Daniel Evans, peigato in tre set a suon di vincenti e magie d’autore. Davanti al pubblico che tanto lo ha amato e che lui tanto ama l’azzurro ha rifiutato l’idea di perdere, ha alternato il ritmo e cadenzato perle di classe sopraffina. Nel primo set ha capitalizzato un break di vantaggio e chiuso 6-4. Nel secondo ha rifiatato un po’ e l’inglese ha rimesso tutto in discussione. Nel decisivo ha rischiato nel terzo gioco quando è risalito dallo 0-40 sul suo servizio ma è poi stato lui a mettere la testa avanti e non farsi più riprendere (6-2): “Roma è sempre Roma, specialmente alla fine di una carriera come la mia. E’ sempre bello giocare di fronte a questo pubblico che mi ha accompagnato nel bene e nel male” ha detto Fognini a caldo dopo il match. Fabio è alla sua 17esima partecipazione agli Internazionali BNL d’Italia, la prima nel 2006 e qui ha colto alcune delle vittorie più belle di carriera. Nella parte conclusiva la stanchezza e le emozioni dei due si sovrappongono, una volèe dell’azzurro finita fuori (sarebbe stata la palla del contro-break) viene giudicata buona dal giudice di sedia e manda su tutte le furie Evans che prende anche un warning per le rimostranze verbali. Fognini tiene il game, poi scivola mettendo in ansia la platea ma alla fine gioisce, con merito e supera il turno. Oggi, forze permettendo, proverà a regalare ancora sprazzi di talento (vedi un colpo da sotto le gambe con il quale ha rimesso in piedi un punto che pareva perso) contro Taylor Fritz. Sarà il quarto match sulla Grand Stand Arena. Il pubblico di Roma vuole esaltarsi ed esaltarlo ancora.

di redazione (foto Sposito FITP)

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche