AtletiLazioNewsRegioniTornei Internazionali

DARDERI “SPAVENTA” ZVEREV MA CEDE IN DUE SET

Alexander Zverev non ha mai perso contro un giocatore fuori dai primi 30 agli Internazionali BNL d’Italia in carriera. Luciano Darderi, numero 54 del mondo ma 48 secondo le proiezioni in tempo reale dei PIF ATP Rankings, ha provato a interrompere la serie e per un set ha accarezzato l’idea di completare un successo a sorpresa. Ha giocato il suo tennis migliore, ma è andato in riserva a fine set nella sua prima partita contro un Top 10 in carriera. Zverev affronterà negli ottavi il portoghese Nuno Borges che ha piegato dopo oltre tre ore di gioco Francesco Passaro. Il Centrale si scalda già dai primi game. Il quinto, durato 12 punti, sposta il match sul terreno dello scontro energico di volontà. Complice un doppio fallo, Darderi annulla una palla break ma si salva. Darderi si muove bene, gioca molto centrato e con colpi arrotati ma profondi. Serve anche forte, e questo complica la partita di Zverev. Nello scambio raramente va in difficoltà: è centrato, col peso proiettato verso rete. Anche da lontano, è lui a dettare le condizioni grazie a un mix di esplosività, potenza e coordinazione.
Gli manca, certo, un po’ di mano nelle soluzioni di tocco e la mancanza si nota su un tentativo telefonato di palla corta che manda Zverev avanti 4-1 al tie-break, preludio del 7-3. L’italo-argentino compie scelte ambiziose e mai conservative. Completa il set con un punto vinto in più negli scambi durati cinque colpi o più, solo che il rischio nei punti decisivi non paga per un pizzico di imprecisione al momento di finalizzare. Il tedesco, che di punti ne ha vinti sette in più quando gli scambi sono durati quattro colpi o meno (quelli cioè in cui è più determinante l’efficacia del servizio e della risposta), ha perso appena due punti con la prima in tutto il set. Nel secondo, l’equilibrio si rompe per la disabitudine di Darderi a questi contesti e ai ritmi a cui si è giocato il match. Con meno spinta di gambe e sempre meno energie per reggere lo scambio, perde contatto rispetto al tedesco.  Darderi ha dalla sua il pubblico, che aizza con fervore dopo ogni bel punto, ad ogni possibile svolta dell’incontro. Il settimo game potrebbe cambiar qualcosa perché Zverev da fondo non fa praticamente un vincente e si tiene su solo col servizio. Ma tanto evidentemente gli basta per allungare 5-2 e allungare verso la vittoria.

dal sito ufficiale www.internazionalibnlditalia.com (foto FITP)
Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche