AtletiDalle RegioniNewsPiemonteRegioniTornei Internazionali

IL PIEMONTE OPEN INTESA SAN PAOLO TRA GRANDI STELLE E PIOGGIA

Il programma del Piemonte Open Intesa San Paolo (Challenger 175) sul Campo Stadio, il più iconico e storico del Circolo della Stampa Sporting, è stata aperto oggi dal primo match di main draw che ha opposto il 32enne argentino Federico Coria, attuale n° 74 ATP, e l’austriaco Jurij Rodionov, 24 anni e 133 del ranking mondiale, già top 100. Ingresso da una delle scale di accesso al campo che prendono forma dall’ultimo anello del Centrale, accompagnato dalla musica, e posizionamento dei borsoni sulle panchine. Palleggio di riscaldamento e pronti via, ad aprire i giochi in tabellone che nessun altro Challenger al mondo ha mai potuto vantare. E’ stato Coria, sostenuto dai cori di un gruppo di connazionali assiepati in tribuna, a partire con il piede giusto e salire con due break sul 5-1. Rodionov ne ha recuperato uno ma si è dovuto arrendere nella prima frazione al nono game. Sul terreno pesante causa la pioggia della notte precedente Coria ha fatto valere la maggior solidità e il miglior feeling con la superficie. La seconda frazione ha però visto salire in cattedra l’austriaco, dotato di colpi piatti e di una buona propensione al gioco di volo. Rodionov ha rimesso in parità la contesa ma nel terzo set è stato nuovamente il sudamericano a prendere in mano le redini del confronto e salire allo step successivo dopo 2 ore e 7 minuti. Sarà lui l’avversario di 2° turno di Lorenzo Sonego, che oggi si è allenato a partire dalle 12,30 con il compagno di nazionale Lorenzo Musetti, numero 1 del seeding. Sonego seguito dal nuovo head coach Fabio Colangelo, Musetti da Corrado Barazzutti, entrato a inizio anno nel suo staff a fianco dello storico allenatore Simone Tartarini. Grande interesse a bordo campo da parte degli spettatori che hanno cercato di carpire qualche segreto ai due azzurri. Una sessione di allenamento salita via via d’intensità fino a toccare momenti di grande vigoria soprattutto con gli scambi sulla diagonale di diritto. Impressionante il ritmo da parte di entrambi con il colpo che spesso in partita si tramuta in vincente. Spazio anche ai tocchi di classe che hanno strappato applausi. Domani i due si presenteranno in conferenza stampa per raccontare i rispettivi momenti stagionali e gli obiettivi prima dell’esordio di giovedì.
Intanto si sono conosciuti nella prima parte di giornata i primi due nomi dei qualificati al main draw. Sono quelli dello svizzero Huesler, top 50 ATP nel febbraio del 2023 ed attuale 202 del ranking e di Mattia Bellucci, lombardo numero 176 ATP che ha messo in mostra un gioco spumeggiante anche sul rosso. Huesler ha vinto in rimonta contro il romano Giulio Zeppieri, crollato alla distanza dopo aver vinto il primo set ed essere arrivato sul 4-4 nel tie-break del secondo. Bellucci ha piegato, sempre in rimonta, il numero 155 del mondo, Alexis Galarneanu, che ha difeso lo scorso anno i colori del Canada in Coppa Davis. La pioggia, comparsa attorno alle 14 in forma leggera ha aumentato l’intensità costringendo gli organizzatori a interrompere le sfide in corso intorno alle 15. Dopo diversi rinvii è stata presa la decisione di spostare i match sospesi e quelli ancora in calendario a domani, maltempo permettendo. Programma ricchissimo a partire dalle 11. Sul Centrale subito Passaro – Galan, poi la ripresa di Hanfmann – Marterer, Darderi – Carabelli e Fognini contro un qualificato o un lucky loser. Nel secondo match sul campo 5 Nardi affronterà J.J. Wolf.

di redazione (foto Panunzio)

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche