AtletiLazioNewsRegioniTornei Internazionali

ROMA SI SCALDA PER I DOPPI AZZURRI

Ci sono ancora sussulti azzurri nell’edizione 2024 degli Internazionali BNL d’Italia al Foro Italico. Arrivano dai due tabelloni di doppio che oggi hanno visto salire nei quarti maschili Vavassori e Bolelli e nelle semifinali femminili Errani e Paolini. Vavassori e Bolelli, quest’anno finalisti agli Australian Open e vincitori del 250 ATP di Buenos Aires, si sono presi la rivincita della sfida decisiva nel primo Slam di stagione e dell’eliminazione al 1° turno del Masters 1000 di Miami per mano della coppia numero 2 del mondo Bopanna/Ebden. Sul “Pietrangeli” gremito in ogni ordine di posti il tandem azzurro è andato a segno in due set rischiando solo un po’ nel secondo, dopo aver restituito agli avversari il break di vantaggio. Una “vendetta” sportiva consumata davanti al pubblico amico ha ancora più valore: “Abbiamo nel complesso risposto meglio dei nostri avversari – ha detto Bolelli al termine – e credo sia sta questa la chiave del nostro successo. Anche nei momenti delicati come quelli nel secondo set non abbiamo mai perso la concentrazione”. “Il segreto del nostro doppio è che siamo amici anche fuori dal campo, abbiamo un gran rapporto – ha sottolineato invece il torinese -; ci stiamo godendo il percorso, le lotte, le vittorie. Volevamo rifarci già a Miami ma non ci siamo riusciti pur avendo vinto il primo set. E’ stata una “goduria” averlo fatto sul Pietrangeli sospinti dal calore del pubblico. Una vera emozione che speriamo di riprovare. Avevamo preparato bene il match”. Gli obiettivi dei due sono molti, Finals di novembre a Torino, Olimpiadi di Parigi e, perché no, la Coppa Davis. Nei quarti troveranno gli specialisti Koolhof (Ola)/Mektic (Cro).
Il grande assente degli Internazionali d’Italia, Jannik Sinner, sta continuando le visite e le cure per l’infiammazione all’anca al J Medical di Torino. Dal punto di vista medico i segnali sembrano incoraggianti ma la sua presenza al Roland Garros è ancora in dubbio anche considerando che non prende la racchetta dallo scorso 30 aprile e il secondo Slam di stagione è in calendario tra soli 12 giorni.
Non è mancato ieri lo spettacolo con gli ottavi del tabellone maschile. In particolare lo ha regalato il secondo set del testa a testa tra l’americano Fritz e il bulgaro Dimitrov. Si è concluso al tie-break nel quale Dimitrov, già sotto di un set, si è portato 6-3 ma ha poi chiuso 13-11 dopo aver “sprecato” sei occasioni per farlo. Nel terzo set Fritz, primo americano ad aver raggiunto almeno i quarti nei tre Masters 1000 su terra, è ripartito con grande veemenza sigillando la sfida con un netto 6-1. Promosso nei quarti anche una “vecchia” conoscenza del Foro, Alexander Zverev, che ha fermato la corsa del portoghese Borges in due frazioni. Continua anche la favola del cileno Tabilo che dopo aver eliminato Novak Djokovic ha regolato in due tie-break il russo Khachanov. Ad alta intensità il secondo, vinto dalla sorpresa cilena 12-10.
Grandi sorrisi e abbracci alla fine del match di quarti per Sara Errani e Jasmime Paolini che si sono imposte al tandem Kichenok (Ukr)/Ostapenko (Lat) fissando lo score sul 10-5 al match tie-break. Anche per loro è stato determinante il supporto del pubblico amico. Troveranno in semifinale le americane Dolehide/Krawczyk.

di redazione (foto FITP)

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org