AtletiLazioNewsRegioniTornei Internazionali

ZHENG ILLUMINA ROMA. SABALENKA SI SALVA CONTRO SVITOLINA. MULLER ELIMINA RUBLEV

Prosegue il fiume di persone al Foro Italico per gli Internazionali Bnl d’Italia. In un lunedì caratterizzato dall’episodio di protesta degli ambientalisti sul campo Pietrangeli e sul campo 12, la prima sorpresa arriva nel primo pomeriggio, quando il qualificato francese Alexandre Muller elimina uno dei favoriti rimasti in corsa per il titolo, ovvero Andrey Rublev. Sotto di un set (6-3) con il numero 4 del seeding, il transalpino sale in cattedra e mostra carattere da vendere pareggiando i conti con identico parziale. Nel terzo set, Rublev molla la presa e si fa avanti anche un pizzico di nervosismo. Muller prosegue la sua corsa e accede agli ottavi dopo aver chiuso 6-2.
In apertura di giornata nel terzo turno del tabellone maschile, l’australiano Alex De Minaur si portava agli ottavi con una partita ad alto livello contro il canadese Felix Auger Aliassime: primo set di marca nordamericana, 7-6. Nei successivi giochi, il giocatore aussie numero 9 del seeding, aumenta i giri e tesse la ragnatela per contrastare il pericoloso gioco dell’avversario. 6-4 per De Minaur. Il terzo set diventa un ottovolante di emozioni, che scalda il pubblico della Grand Stand Arena. De Minaur mette la quinta e Auger Aliassime scende nel proprio rendimento. Un altro set concluso 6-4 chiude il match in favore dell’australiano che va agli ottavi.
Sul Centrale Stefanos Tsitsipas sbriga la pratica Cameron Norrie sul centrale: il greco si porta avanti 6-2 contro il britannico, per poi chiudere al tie-break del secondo set, con il pubblico italiano a tifare uno dei big ancora rimasti in gara a Roma.
In campo femminile, in una partita contraddistinta e interrotte dalle proteste ambientaliste sul “Pietrangeli”, Madison Keys passa ai quarti di finale imponendosi 6-2, 6-1 contro la rumena Sorana Cirstea.
Bella prova di Qinwen Zheng, che conferma l’ottimo stato di forma della cinese, numero 7 del seeding. Nel primo match sul centrale, la giocatrice classe 2002 fa suo il derby asiatico con la giapponese, campionessa slam, Naomi Osaka imponendosi 6-2, 6-4.
Una Zheng che ha un feeling molto bello con il nostro Paese: ha conquistato il suo primo WTA a Palermo nel 2023 (oltre al suo primo titolo da professionista, nel 15mila dollari di Cordenons nel 2020, sempre sulla terra battuta). La Wta twitta: dopo Cordenons e Palermo il primo titolo Wta 1000 arriverà in Italia? Zheng rimane dunque in corsa per il trono di Roma.
Così anche la testa di serie numero 2, Aryna Sabalenka, che ha sofferto e battuto per 7-6 al terzo set la due volte campionessa di roma Elina Svitolina nel match che ha chiuso il programma sul centrale.
Negli altri match di giornata vittoria non facile della numero 1 del mondo, Iga Swiatek, contro l’ex regina del tennis femminile Angelique Kerber, per 7-5 6-4. Quarti conquistati anche da Coco Gauff, grazie all’affermazione in rimonta su Paula Badosa (5-7 6-4 6-1). L’esperienza di Victoria Azarenka ha avuto la meglio sul tennis di Maria Sakkari. Si è fermata al fotofinish la corsa della slovacca Sramkova, partita dalle qualificazioni, contro la lettone Ostapenko.
Tra gli uomini a segno Medvedev, campione in carica, contro Medjedovic, ma che fatica! Score in favore del giocatore russo fissato su 7-6 (5) 2-6 7-5.

di redazione e Andrea Mombello (inviato a Roma)

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche