AtletiFriuli Venezia GiuliaNewsRegioniTornei Internazionali

TABILO, IL CILENO CHE NON T’ASPETTI: SEMIFINALE A ROMA

C’é un cileno in semifinale agli Internazionali BNL d’Italia, il suo nome è Alejandro Tabilo, ed è il primo a riuscire a spingersi così in fondo al tabellone dai tempi di Fernando Gonzalez (ex n.5 del mondo), due volte semifinalista a Roma nel 2007 – vittoria contro Filippo Volandri – e nel 2009 – sconfitta contro Rafa Nadal. 63 64 il punteggio finale con cui ha battuto il cinese Zhizhen Zhang in meno di novanta minuti, al termine di un match condotto sin dalle prime battute e che coincide per lui con la venticinquesima vittoria in stagione nonché con la sua prima semifinale in un Masters1000.
“Ancora non posso crederci, sono davvero contento. In campo mi sono sentito bene, molto solido, ho cercato di fare il mio lavoro e di giocare il mio tennis migliore”, ha commentato a caldo a fine match il cileno. “Ero davvero nervoso sul match point – ha poi aggiunto in conferenza stampa –  guardavo al mio team e cercavo di sorridere e comunicare con loro e poi sull’ultimo punto ho tirato un gran respiro e poi la sensazione è stata indescrivibile”.
Brillante, tecnico, intelligente, Tabilo ha messo a segno ben l’83% di punti con la sua prima di servizio facendosi però apprezzare anche nel gioco a rete e nella lucidità con cui di volta in volta è riuscito a interpretare al meglio le diverse fasi del match. Capace di scalare oltre 50 posizioni nel ranking nel 2024, il successo non solo garantirà lui l’accesso in top30, ma lo isserà – per ora virtualmente – fino al n.25 del ranking, sua migliore classifica in carriera. 
E’ un 2024 da ricordare quello che sta vivendo il ventiseienne cileno. Il primo titolo a Auckland, i quarti di finale a Santiago e Bucarest, e ora questo vinto al Foro Italico, e convertito in una semifinale come già accaduto nelle altre due occasioni. Per Tabilo si è trattato anche dell’ottava vittoria consecutiva sulla terra battuta, un successo che va ad aggiungersi a quelli ottenuti proprio a Roma contro Djokovic e Khachanov. 
Zhang ha provato ad opporsi, specialmente nel primo set. Incassato però il break nel sesto game, ha progressivamente iniziato ad uscire dall’incontro, non prima di aver minacciato nell’ultimo gioco del primo set il servizio del cileno costruendosi le uniche due palle break del match. Scampato il pericolo, Tabilo ha forzato le operazioni sin dall’avio del secondo set centrando subito un altro break che gli ha permesso di gestire con più calma le operazioni. 

dal sito www.internazionaliditalia.com (foto FITP)

Articolo offerto da www.countrycuneo.it