AtletiDalle RegioniLombardiaNewsRegioniTornei Internazionali

AL BONFIGLIO SI METTE IN LUCE L’ITALO-AMERICANA TYRA GRANT

Milano – Ancora pioggia a Milano. Il meteo avverso ritarda ma non ferma i match degli ottavi di finale della 64ª edizione del Trofeo Bonfiglio. Dopo aver trovato riparo nella celebre club house della palazzina Liberty, sede del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa, gli under 18 migliori del mondo hanno così potuto riprendere la via dei campi. Come già successo martedì, gli organizzatori hanno però preferito dirottare alcuni match del tabellone maschile sui campi indoor del Ct Giussano e dello Sporting Milano 2. E proprio a Giussano è sceso in campo l’ultimo azzurro in gara, Jacopo Vasamì, sconfitto dalla testa di serie n.1 del torneo, il norvegese Nicolai Budkov Kjaer, semifinalista agli ultimi Australian Open e n.4 della classifica mondiale di categoria. Un break in apertura ha fatto la differenza nel primo parziale, mentre il secondo set è stato deciso solo al tie-break (6-4 7-6). Il 16enne mancino abruzzese (n.95 dell’Itf Junior Ranking), che da quattro anni fa base a Maiorca alla Rafa Nadal Academy ed è cresciuto tennisticamente a Roma, dopo aver sconfitto il n.44 Timofei Derepasko e il n.33 Ian Mayew, lascia dunque Milano con la consapevolezza di aver comunque fatto un importante passo avanti verso il professionismo.
Nel tabellone femminile continua la marcia della testa di serie n.2 Tyra Grant. La stellina italo-americana è andata più veloce della pioggia ed è riuscita a terminare prima di tutti il suo match, in mattinata contro la mancina russa Victoria Milovanova, sconfitta con un netto 6-3 6-0. La figlia di Tyrone Grant, ex cestista Usa con passaporto italiano e centro di tante squadre europee, tra cui l’Olimpia Milano e la Virtus Bologna, è cresciuta con la mamma a Vigevano e, dopo aver passato l’ultimo anno alla corte di Matteo Sacchi a Novara, ha scelto l’Academy dell’ex pro monegasco Jean-René Lisnard (l’ex coach di Mirra Andreeva) a Cannes. “Mi alleno lì da sole tre settimane – spiega Tyra – ma ho già visto miglioramenti importanti, anche se l’Italia mi manca già. Il Bonfiglio, quando avevo appena 13 anni, è stato il mio primo Itf e sono molto legata a questo torneo. L’anno scorso ho avuto problemi di allergia e non sono riuscita a lasciare il segno. Speriamo vada meglio quest’anno”. Grant ha anche ricordato i suoi trascorsi al Piatti Tennis Center, con Jannik Sinner: “Con Jannik abbiamo passato 7 anni a Bordighera e d’estate, al Camp dell’Isola d’Elba, ci siamo allenati tante volte insieme. Si vedeva che aveva qualcosa di speciale, ma direi che ha decisamente superato le aspettative. Ed è sempre bello abbracciarlo quando ci rivediamo ai tornei del Grand Slam”. Tyra, n.8 dell’Itf Junior Ranking, fresca vincitrice del J300 di Beaulieu-sur-Mer, guida la nutrita truppa statunitense a Milano. “A differenza delle mie connazionali, io adoro la terra anche se il mio gioco resta molto aggressivo. Ho un diritto carico che funziona bene sul rosso e un servizio in kick che mi aiuta molto. Quando ho iniziato ad allenarmi con la federazione statunitense – continua la Grant che ha da poco compiuto 16 anni – ero quella con il ranking più basso, ma ho lavorato sodo e sono contenta dei progressi che ho fatto, e che mi hanno portato oggi a invertire la situazione”.
L’altra atleta a stelle e strisce che sta conquistando gli appassionati milanesi è la 16enne Iva Jovic. Molto applaudito il suo successo sulla lituana Laima Vladson, con lo score di 6-1 6-4. Continua la sua corsa anche la testa di serie n.1 del J500 milanese (la più prestigiosa delle sei categorie ITF) Emerson Jones. La 15enne stellina australiana, finalista agli ultimi Australian Open Juniores, ha avuto ragione della 17enne ceca Eliska Tichackova (3-6 6-3 6-3). Nonostante la giovane età, la classe 2008 nativa di Gold Coast, figlia di Loretta “Loz” Harrop (medaglia d’argento olimpica nel triathlon ad Atene 2004), quest’anno ha già vinto l’importante J300 di Traralgon e a Milano cerca i punti per attaccare la prima posizione mondiale.

DA UFFICIO STAMPA TORNEO (foto Francesco Panunzio)
Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche

I RISULTATI DI GIORNATA
Tabellone singolare maschile, ottavi di finale
C. Robertson (Gbr) b. M. Tobon (Col, 9) 6-1 7-5, F. Thomas (Sui, Q) b. N. Honda (Jpn) 6-4 4-6 6-1, H. Bernet (Sui) b. A. Santamarta Roig (Esp) 6-3 6-4, P. Brunclik (Cze, 5) b. A. Timini (Cyp) 6-4 6-1, J. Kim (Kor, 8) b. M. Schoenhaus (Ger) 7-5 6-3, M. Rottgering (Ned, 16) b. L. Preda (Rou, 2) 7-6(8) 6-3, N. Budkov Kjaer (Nor, 1) b. J. Vasamì (Ita, Wc) 6-4 7-6(3), K. Bigun (Usa, 6) b. A. Vasilev (Bul) 7-6(2) 6-4.
Tabellone singolare femminile, ottavi di finale
T. Grant (Usa, 2) b. V. Milovanova 6-3 6-0, M. Xu (Gbr, 5) b. E. Sartz-Lunde (Nor, 12) 6-3 6-0, H. Klugman (Gbr, 3) b. M. Crossley (Jpn, 13) 7-5 6-3, Y. Kotliar (Ukr) b. I. Ivanova (Bul,8) 6-4 7-5, E. Yaneva (Bul) b. A. Kovackova (Cze, 6) 4-6 6-2 7-5, E. Jones (Aus, 1) b. E. Tichackova (Cze) 3-6 6-3 6-3, I. Jovic (Usa, 14) b. L. Vladson (Ltu) 6-1 6-4, J. Pastikova (Cze) b. R. Dencheva (Bul, 11) 7-5 3-6 6-3.