AtletiNewsTornei Internazionali

A STRASBURGO NEL WTA 500 FINALE TUTTA AMERICANA. A RABAT STEARNS – SHERIF PER IL TITOLO

Sarà un derby a stelle e strisce ad assegnare sabato il trofeo degli “Internationaux de Strasbourg, torneo Wta 500 che si sta avviando alle battute conclusive sulla terra rossa francese. A contendersi il successo saranno infatti Danielle Collins e Madison Keys. Nella prima semifinale Keys, n.16 del ranking e quarta testa di serie, ha sconfitto per 61 63, in un’ora e 17 minuti, la russa Liudmila Samsonova, n.19 WTA e quinta testa di serie, raggiungendo la sua 13esima finale in carriera. La 29enne di Rock Island, Illinois, punta all’ottavo trofeo lei che non raggiungeva l’ultimo atto di un torneo da quasi un anno (Eastbourne 2023, quando sui prati inglesi ha vinto il suo settimo titolo). Nell’altra sfida Collins, n.12 del ranking e terza favorita del seeding, ha avuto la meglio per 76(3) 62, in un’ora e 39 minuti, sull’ucraina Anhelina Kalinina, n.56 WTA.
Due semifinali totalmente differenti hanno eletto le finaliste del “Gran Prix Sar la Princesse Lalla Meryem”, torneo WTA 250 dotato di un montepremi di 267.082 dollari che si concluderà sabato sulla terra rossa di Rabat, in Marocco.Una maratona infinita quella che ha promosso alla sua seconda finale in carriera Peyton Stearns, dopo Bogotà 2023. La 22enne di Cincinnati, Ohio, n.81 del ranking, “sopravvissuta” nei quarti a due match-point contro Lucia Bronzetti, n.48 WTA e quarta testa di serie, ha vinto un’altra battaglia di tre set imponendosi per 67(6) 75 76(4), in tre ore e 15 minuti, sulla bulgara Viktorija Tomova, n.84 del ranking, già battuta al primo turno dello Us Open dello scorso anno (cemento). Peyton ha contenuto la rimonta della sua avversaria da 2-5 a 5 pari (e chance del 6-5) nel secondo set mentre nella frazione decisiva ha rimontato da 2-4.Oggi Stearns andrà a caccia del primo titolo WTA in carriera contro l’egiziana Mayar Sherif. La 28enne del Cairo, n.66 WTA, reduce dalla finale nel WTA 125 di Parma, ha lasciato un game soltanto alla russa Kamilla Rakhimova, n.105 WTA (60 61 lo score in poco più di un’ora), che giovedì aveva stoppato la corsa di Elisabetta Cocciaretto, n.52 del ranking e settima favorita del seeding. Per Sherif è la terza finale WTA in carriera: ha vinto quella di Parma nel 2022 mentre aveva perso quella di Cluj-Napoca nel 2021. Tra l’egiziana e la statunitense non ci sono precedenti.

dal sito www.supertennis.tv

Articolo offerto da PROMOZIONI GESTIONALI s.r.l.