AtletiDalle RegioniLombardiaNewsRegioniTornei Internazionali

A BRESCIA OGGI I PRIMI MATCH DI MAIN DRAW

Brescia – Nella storia degli Internazionali femminili di Brescia “Carolina Zani Melanoma Foundation”, una sola giocatrice (l’ucraina Irina Buryachok fra 2009 e 2011) è riuscita a prendersi per due volte la corona di regina del Castello, e mai nessuna ce l’ha fatta in due anni consecutivi. Un tabù che da martedì proverà a sfatare un’altra ucraina, la 24enne Katarina Zavatska, campionessa in carica tornata sui campi del Tennis Forza e Costanza 1911 a caccia del bis. La giocatrice di Lutsk non era fra le teste di serie lo scorso anno e non lo è nemmeno stavolta, e partirà dal duello contro la giapponese Sara Saito con la possibilità di vedersela al secondo turno con una delle più attese della quindicesima edizione degli Internazionali, ossia la tedesca – di origini africane – Noma Noha Akugue. I loro sono alcuni dei nomi più interessanti nel tabellone principale sorteggiato nel primo pomeriggio di lunedì e comandato dalla ceca Dominika Salkova, 19enne che quest’anno ha già vinto due tornei da 60.000 dollari di montepremi come l’evento bresciano (prima a Maribor e poi una quindicina di giorni fa a Praga), e dopo la sconfitta al secondo turno delle qualificazioni del Roland Garros cerca gloria in Lombardia. Dalla parte opposta del tabellone del torneo diretto da Alberto Paris c’è invece la tedesca Ella Seidel, seconda testa di serie, avversaria all’esordio (oggi pomeriggio) della wild card Saisai Zheng. La cinese è attualmente senza ranking Wta a causa di due anni di stop per un grave infortunio al polso, ma resta una giocatrice capace di arrivare fra le prime 35 della classifica e anche di vincere un titolo nel circuito maggiore, nel 2019 a San Josè (Stati Uniti), dove in finale superò addirittura l’attuale n.2 Aryna Sabalenka.
Già sicure di un posto nel tabellone principale anche sei italiane. Sulla carta, l’impegno più complicato è toccato alla wild card Beatrice Ricci, sorteggiata contro l’ucraina Kateryna Baindl, ex n.62 del mondo e quarta favorita sui campi del Castello di Brescia. Una testa di serie anche per l’altra wild card Aurora Zantedeschi (la n.8 Ipek Oz), mentre Nuria Brancaccio sfida la portoghese Francisca Jorge e Giorgia Pedone se la vedrà con la statunitense Varvara Lepchenko, ex top-20. Due giocatrici provenienti dalle qualificazioni, infine, per Lisa Pigato e Jessica Pieri. Ancora possibile, dunque, la presenza di derby italiani nel tabellone principale, visto che il primo turno del tabellone cadetto (giocato lunedì) ha visto numerose azzurre avanzare al round decisivo. Fra le promosse il nome più importante è quello di Federica Di Sarra, la laziale che di recente si è qualificata persino agli Internazionali d’Italia. Dopo il comodo successo contro la wild card locale Sued El Badaoui, l’esperta giocatrice della provincia di Latina si giocherà un posto nel main draw con la kazaka Zhibek Kulambayeva. Due i derby azzurri nel turno decisivo di martedì: Anastasia Abbagnato sfiderà Sofia Rocchetti, mentre Nicole Fossa Huergo affronterà Anastasia Piangerelli, capace di rimontare uno svantaggio di 5-2 nel terzo set (e cancellare un match-point) alla russa Ksenia Laskutova, battuta per 2-6 6-4 7-6 dopo oltre tre ore di battaglia. Martedì a Brescia si parte alle 9.30, con gli ultimi otto match delle qualificazioni. Dal pomeriggio i primi cinque incontri del main draw di singolare, seguiti da quattro sfide del tabellone di doppio. Ingresso gratuito.
RISULTATI
Qualificazioni. Primo turno: Anastasia Abbagnato (Ita) b. Anna Zyryanova 6-4 6-2, Alice Rame (Fra) b. Giorgia Pinto (Ita) 6-2 6-0, Alevtina Ibragimova b. Marcella Dessolis (Ita) 6-0 6-4, Sofia Rocchetti (Ita) b. Carola Cavelli (Ita) 6-2 6-2, Nicole Fossa Huergo (Ita) b. Caterina Odorizzi (Ita) 6-1 6-2, Ekaterina Reyngold b. Maddalena Giordano (Ita) 7-5 6-3, Anastasia Piangerelli (Ita) b. Ksenia Laskutova 2-6 6-4 7-6, Jessie Aney (Usa) b. Maria Vittoria Viviani (Ita) 6-1 6-1, Federica Di Sarra (Ita) b. Sued El Badaoui (Ita) 6-0 6-0, Zhibek Kulambayeva (Kaz) b. Ekaterina Kislitsyna 6-1 6-0, Anne Schaefer (Ger) b. Arianna Zucchini (Ita) 6-1 7-5, Martina Colmegna (Ita) b. Laura Mair (Ita) 6-3 6-1, Yuliana Lizarazo (Col) b. Greta Greco Lucchina (Ita) 6-4 3-6 6-1, Gabriela Ce (Bra) b. Gloria Ceschi (Ita) 6-1 6-3.
Angela Fita Boluda (Esp) b. Adrienn Nagy (Hun) 6-3 6-3, Martina Spigarelli (Ita) b. Barbara Dessolis (Ita) 6-3 7-5.

da ufficio stampa torneo

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org