AtletiDalle RegioniNewsPugliaRegioniTornei Internazionali

A BARI IL TITOLO E’ DELLA 19ENNE TODONI

E’ la 19enne rumena Anca Todoni la regina della terza edizione dell’Open delle Puglie “Trofeo Lapietra”, organizzato dall’Ad Sport e andato in scena al Circolo Tennis di Bari. La talentuosa tennista supera in finale l’ungherese Panna Udvardy, al termine di una partita combattuta solo nel primo set, mentre il secondo parziale spiana la strada al successo della rumena. Domina l’equilibrio nella prima parte della sfida del Wta 125 di Bari, fino al break della Todoni che strappa il servizio all’avversaria sul 5/4, e si aggiudica il primo parziale per 6/4. Udvardy accusa il colpo e non riesce a reagire. Todoni ne approfitta e mette alle corde l’ungherese, alzando il ritmo e la potenza del suo tennis. Con il punteggio di 6/0, la 19enne s’impone a Bari, e conquista il suo primo titolo in un Wta. Un successo che arriva a coronamento di un torneo in cui Todoni ha ceduto solo un set, nella maratona vinta in semifinale contro la testa di serie numero 1, l’argentina Nadia Podoroska.

Grazie a questo risultato Todoni entra per la prima volta in Top 150: guadagna, infatti, 43 posizioni ed è oggi numero 136 al mondo. Per il gran balzo nella classifica mondiale, Todoni conquista anche il premio speciale “Ferrovie del Sud Est”, per aver dato prova di impegno, sportività e passione durante il torneo, elementi che rispecchiano i valori fondamentali dell’azienda di trasporto.

ANCA TODONI, VINCITRICE OPEN DELLE PUGLIE

“Sono molto felice per la vittoria, perché è meno di un anno che gioco nel circuito Wta, e questo successo mi rende orgogliosa. Mi sono sentita bene di giorno in giorno e partita dopo partita. Ho giocato con il mio braccio ma anche con il mio cuore, e penso si sia visto anche nella finale. Il mio principale obiettivo per il 2024 è quello di migliorare. Non sto pensando se vinco o perdo, ma punto a diventare una tennista migliore. Migliorare mentalmente, fisicamente e tecnicamente: sono questi gli obiettivi personali per il futuro. Amo l’Italia, la lingua, la cucina e questo torneo mi rimarrà nel cuore, sperando che la Puglia mi porti fortuna così come l’ha portata a Nadal, che proprio dalla vittoria in questa terra cominciò la sua strabiliante carriera”.

ENZO ORMAS, DIRETTORE DEL TORNEO

“E’ stata una settimana di altissimo livello, con Anca Todoni e Panna Udvardy che sono la dimostrazione della qualità di questo torneo. Todoni è seguita da tutti i media rumeni, dagli esperti e soprattutto dalla Wta, perché è considerata il nostro Sinner di qualche anno fa, anche per il suo aplomb nei comportamenti e il suo tennis travolgente. La crescita del torneo è esponenziale di anno in anno. Pensate che lo scorso anno avevamo come testa di serie numero 1 la tennista 79 al mondo, mentre quest’anno la numero 1 del tabellone era la tennista 48 al mondo. Avevamo iscritte 10 giocatrici top 100, e 7 erano top 60. Purtroppo i ritardi del Roland Garros hanno costretto alcune di loro a cancellarsi da Bari. Peccato perché altrimenti avremmo avuto una entry list da torneo Wta 250. Questo vuol dire che nel circuito si parla bene dell’evento barese. Grazie agli sponsor, all’intero Ct Bari e allo staff di Ad Sport che ha organizzato l’evento. Non ci si ferma mai, il tennis ti obbliga già a pensare a quello che dovrai fare per i prossimi 12 mesi, per cercare di migliorare sempre”.

NICOLETTA VIRGINTINO, PRESIDENTE CIRCOLO TENNIS BARI

“Già dalle qualificazioni si è visto un livello molto più alto rispetto a quello degli anni scorsi. Lo spostamento della data, giocando a giugno, ci ha agevolati. Un torneo che ha richiamato tanto pubblico, e non solo gli appassionati. Questi eventi fungono da traino per l’intero movimento tennistico del territorio. Non è un caso se tanti giovanissimi si siano avvicinati a questa disciplina, sfruttando anche l’effetto Sinner. Accanto a questo, non mancano i risultati, perché la nostra Vittoria Paganetti è di recente arrivata in finale al doppio juniores di Parigi. Rimarco che, eventi di questa portata, sono un’ottima vetrina per la città di Bari e per l’intera Puglia”.

DA UFFICIO STAMPA TORNEO