AtletiNewsRegioniTornei InternazionaliUmbria

IL CHALLENGER DI PERUGIA ENTRA NEL VIVO. BENE PASSARO

Con l’inizio del main draw agli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup si sono concluse anche le qualificazioni e altri sei azzurri sono pronti ad aggregarsi al tabellone principale. Il Campo Centrale del Tennis Club Perugia, che fino al 16 giugno sarà teatro del torneo ATP Challenger 125 organizzato da MEF Tennis Events, ha fatto da palcoscenico al derby che ha regalato grande spettacolo ai numerosi spettatori presenti sugli spalti. Nella sfida valida per il turno decisivo del tabellone cadetto, Federico Arnaboldi ha staccato il pass per il main draw grazie al successo ottenuto su Marco Cecchinato per 7-5 6-7(4) 6-3. Superano il turno conclusivo delle “quali” anche gli azzurri Samuel Vincent Ruggeri, Riccardo Bonadio, Giovanni Fonio, Alessandro Giannessi e Giovanni Oradini. Nel tabellone principale è arrivata la sconfitta all’esordio di Francesco Maestrelli, battuto da Maks Kasnikowski per 6-3 6-3; mentre inizia con il piede giusto l’avventura del n. 2 del seeding Laslo Djere, vittorioso per 6-4 7-5 su Dimitar Kuzmanov. Negli ultimi due incontri di giornata è previsto l’esordio di Francesco Passaro e Giulio Zeppieri, impegnati rispettivamente contro Nick Hardt e Borna Coric.
Arnaboldi: “Voglio affermarmi a questi livelli” – Il trionfo al Torneo Avvenire nel 2016, i tanti momenti complicati e un grave infortunio agli addominali che nel 2021 lo ha costretto per parecchi mesi a stare lontano dai campi: adesso Federico Arnaboldi è pronto per il salto di qualità. Il numero 536 della classifica ATP ha sconfitto Marco Cecchinato con il punteggio di 7-5 6-7(4) 6-3 dopo oltre 2 ore e mezza di battaglia conquistando un posto nel tabellone principale, dove affronterà al primo turno Elias Ymer. “Sto giocando davvero bene nelle ultime settimane. Ho raggiunto il main draw a Francavilla e a Vicenza e adesso anche a Perugia. Sono contento e spero di continuare così. L’Avvenire vinto nel 2016 è stato un bel momento, ma non mi ha messo pressione. Gli infortuni e la gestione di alcune situazioni fuori dal campo mi hanno un po’ rallentato nel percorso di crescita. Ora mi sento pronto al salto di qualità”. Da dicembre 2023, il ventitreenne di Como ha iniziato una nuova collaborazione in panchina con suo cugino Andrea, ex giocatore e quindici anni più grande, che nel 2015 raggiunse il secondo turno del Roland Garros e il best ranking di numero 153 ATP. “Per me Andrea è sempre stato un modello da seguire – continua Federico –. Da piccolo guardavo tutte le sue partite e ricordo ogni risultato, forse anche meglio di lui. È un piacere averlo al mio fianco, abbiamo un rapporto fraterno anche se nel lavoro non manca qualche discussione. Ma il nostro legame ci aiuta a superare tutto”. La festa azzurra nell’ultimo giorno di qualificazioni del torneo ATP Challenger 125 organizzato da MEF Tennis Events sui campi del Tennis Club Perugia è poi continuata con le vittorie di altri cinque italiani. Alessandro Giannessi, Riccardo Bonadio e Giovanni Fonio si sono imposti nei rispettivi derby con Alexander Weis, Gianluca Mager e Jacopo Berrettini; mentre Samuel Vincent Ruggeri e Giovanni Oradini hanno eliminato il giovane messicano Rodrigo Pacheco Mendez e l’argentino Guido Andreozzi.
Djere convince, out Maestrelli – Non ce l’ha fatta Francesco Maestrelli, in attesa dei match di Giulio Zeppieri e Francesco Passaro in programma nella sessione serale, a regalare una gioia al pubblico perugino. L’azzurro si è arreso al debutto nel tabellone principale al polacco Maks Kasnikowski che ha avuto la meglio con lo score di 6-3 6-3. Buona la prima invece per la testa di serie numero due, Laslo Djere. Il tennista di Senta, Serbia, che a Perugia ha conquistato nel 2017 il primo dei suoi tre titoli Challenger, si è imposto su Dimitar Kuzmanov per 6-4 7-5. “È sempre un piacere tornare a Perugia, qui avverto un’energia positiva che mi aiuta a dare sempre il massimo. Questo è appena il mio terzo torneo dopo l’infortunio e la scorsa settimana a Prostejov ho raggiunto un grande risultato arrivando in semifinale, ora voglio confermarmi e tornare a tenere alto il livello con continuità”.
L’Italia ha il suo primo qualificato al secondo turno degli Internazionali di Tennis Città di Perugia | G.I.Ma. Tennis Cup. Spinto dal sostegno del Campo Centrale del Tennis Club Perugia, nel tardo pomeriggio Francesco Passaro, testa di serie numero otto del torneo ATP Challenger 125 organizzato da MEF Tennis Events, ha superato l’ostacolo Nick Hardt per 6-1 6-4 e ora attende di conoscere il suo prossimo avversario che uscirà dalla sfida tra il qualificato Giovanni Oradini e Franco Agamenone. Per Giulio Zeppieri è invece arrivata in notturna una sconfitta in rimonta: dopo quasi tre ore di battaglia ad avere la meglio è stato il numero tre del tabellone, Borna Coric che si è imposto con il punteggio di 3-6 7-5 6-4. Per lui sarà sfida al prossimo turno con il polacco Maks Kasnikowski, che nel pomeriggio ha eliminato Francesco Maestrelli con un doppio 6-3.

da ufficio stampa torneo (foto Daniele Combi)

Articolo offerto da www.custorino.it