AtletiDalle RegioniLombardiaMondo JuniorNewsRegioniTornei Internazionali

ITALIANI IN EVIDENZA A CREMA NELL’INTERNAZIONALE GIOVANILE

Crema – A separare l’Italia dal sogno di conquistare sia nel maschile sia nel femminile la 18esima edizione del torneo Città di Crema, come successo solamente nel 2017, sono rimasti in cinque. Con i tabelloni dell’evento under 16 del circuito Tennis Europe allineati ai quarti di finale, gli stranieri ancora in corsa sono due nel maschile e tre nel femminile: ci sono ancora nomi importanti come quello del portoghese Jorge Vanine e della croata Nika Cakarun, prime teste di serie capaci sin qui di lasciare le briciole agli avversari; ma nel mercoledì di Crema sono caduti due dei potenziali guastafeste più accreditati, ossia i numeri due dei tabelloni Maksymilian Kwiatkowski e Viktoria Soier. Le ambizioni del polacco sono state ridimensionate dal pavese Giovanni Enrico Boi, che è da anni uno degli osservati speciali del tennis lombardo e in mattinata ha ribadito il perché sul Centrale, imponendosi con un 6-2 6-0 senza storia. L’austriaca Soier, invece, è andata fuori nel pomeriggio, regolata con un doppio 6-3 dalla laziale Beatrice Cocomazzi, una delle cinque italiane ai quarti. Curioso il suo torneo: l’ha iniziato martedì perdendo per 6-0 il suo primo set sulla terra del Tc Crema, poi ha dominato i quattro successivi e giovedì si giocherà l’accesso alle semifinali contro la portoghese Frederica Nunes (6-3 6-3 a Sofia Papalini). Per l’Italia ai quarti come da pronostico anche Sara La Noce, Ginevra De Angelis, Caterina Burini e Beatrice Vittoria Gatti, con le ultime due che si affronteranno in un derby.
Fra i ragazzi, invece, i duelli tutti azzurri con vista semifinale saranno addirittura due: Giovanni Enrico Boi se la vedrà con Edoardo Casale (che ha approfittato del forfait per infortunio dell’argentino Faustino Boffelli), mentre Michele Maniglia sfiderà Van Son Didoni, uno dei tre qualificati azzurri ancora in corsa (in quattro incontri il brianzolo ha ceduto la miseria di undici giochi). L’altro è il bergamasco Tommaso Falardi, che ha dominato con un comodo 6-3 6-1 il duello contro Simone Cerani e giovedì cercherà di mettere i bastoni fra le ruote al numero 1 del seeding Vanine. Completa l’elenco dei quarti di finale la sfida fra il figlio d’arte Mattia Pescosolido (6-1 6-0 a Matteo Sabbatini) e lo spagnolo Adrian Oltean Achacollo, a segno con un doppio 7-5 contro Mattia Logrippo. Giovedì a Crema si parte alle 9.30, su due campi. Prima sono in programma tutti i quarti di finale dei singolari, poi le semifinali dei doppi che termineranno venerdì. Ingresso gratuito.
Sempre restando in tema di competizioni agonistiche, il Tc Crema ha conosciuto le avversarie dei play-off nazionali del campionato di Serie C, per i duelli – da giocare con formula di andata e ritorno – che metteranno in palio la promozione alla Serie B2 nazionale per il 2025. I ragazzi capitanati da Francesco Longhino affronteranno i pugliesi del Circolo Tennis “I Campetti” di Nardò (Lecce), con gara d’andata in Puglia e ritorno a Crema. Le ragazze guidate da Daniela Russino hanno invece pescato le rivali del Tennis Club Le Roccette di Mascalucia (Catania), con prima sfida a Crema e seconda in Sicilia.

Singolare maschileSecondo turno: Jorge Vanine (Por) b. Niccolò Mondini (Ita) 6-4 6-1, Tommaso Falardi (Ita) b. Simone Cerani (Ita) 6-3 6-1, Michele Maniglia (Ita) b. Lorenzo Elia (Ita) 6-4 6-4, Van Son Didoni (Ita) b. Marco Brignoli (Ita) 6-1 6-0, Mattia Pescosolido (Ita) b. Matteo Sabbatini (Ita) 6-1 6-0, Adrian Oltean Achacollo (Esp) b. Mattia Logrippo (Ita) 7-5 7-5, Edoardo Casale (Ita) b. Faustino Boffelli (Arg) ritiro, Giovanni Enrico Boi (Ita) b. Maksymilian Kwiatkowski (Pol) 6-2 6-0.

Singolare femminileSecondo turno: Nika Cakaru (Cro) b. Elisa Casella (Ita) 6-1 6-1, Sara La Noce (Ita). Matilde Lampiano Garbarini (Ita) 6-4 6-1, Beatrice Vittoria Gatti (Ita) b. Francesca Borreani (Ita) 6-3 6-1, Caterina Burini (Ita) b. Alessandra Zotti (Ita) 6-3 6-1, Ginevra De Angelis (Ita) b. Chiara Volante (Ita) 6-1 6-3, Ana Maria Dumitru (Rou) b. Vittoria Medina (Ita) 7-6 4-6 7-6, Frederica Nunes (Por) b. Sofia Papalini (Ita) 6-3 6-3, Beatrice Cocomazzi (Ita) b. Viktoria Soier (Aut) 6-3 6-3.

da ufficio stampa torneo