AtletiNewsTornei Internazionali

BERRETTINI CEDE A DRAPER NELLA FINALE DI STOCCARDA

Matteo Berrettini è sceso in campo a Stoccarda nel 250 ATP su erba che aveva già vinto nel 2019 e nel 2022 con l’obiettivo del tris e di andare a caccia del suo nono titolo ATP. L’azzurro ha solo sfiorato l’obiettivo cedendo poco oltre le due ore di gioco al britannico 22enne Jack Draper, in una prima sfida di carriera. Alla fine il britannico, che domani diventerà ufficialmente il numero 1 di Gran Bretagna e farà registrare il best ranking, si è imposto 3-6 7-6 6-4. Decisivo il break conquistato a metà del terzo set e capitalizzato con il 6-4 finale. L’azzurro, dopo un ottimo primo set e diverse occasioni non sfruttate per chiudere in due, è un po’ calato alla distanza, in specie per quanto ha riguardato le percentuali al servizio. L’unico break concesso a Draper si è rivelato letale.
“Prima di tutto – ha detto in premiazione – ovviamente congratulazioni a Jack, per un torneo e una finale fantastica. Mi farà male per un po’, ma ho già vinto e perso partite così. Sono certo che vincerai altri tornei. Sono un po’ triste. Grazie al mio team speciale, solo noi sappiamo ciò che abbiamo passato. Ci sono stati tanti alti e bassi, tanti infortuni come Jack. Mi piacerebbe che a volte si potesse guardare dietro le quinte per far capire ciò che succede, grazie a voi per esserci sempre e per avermi accompagnato all’inizio di questa stagione su erba. Grazie anche ai tifosi che guardano da casa, mi spiace di non essere riuscito a vincere, ma grazie per il sostegno. Grazie anche al pubblico, che mi ha sostenuto con un tifo incredibile: ogni anno sento sempre più sostegno”.
Così Draper al termine: “Congratulazioni a Matteo per una bellissima settimana, hai vinto due volte qui, due volte al Queen’s, hai fatto finale a Wimbledon… Mi sembrava una finale difficilissima, come me hai avuto tanti infortuni e so benissimo quanto sia difficile, in uno sport in cui sei da solo, ritrovare la forma migliore. Congratulazioni anche al tuo team, vi auguro il meglio per il resto della stagione. Grazie al mio team, ci sono stati tanti alti e bassi: ora ci aspetta un giorno di riposo e poi si riparte a testa bassa. Grazie a voi, alla mia famiglia e a tutti coloro che mi sostengono. L’albo d’oro di questo torneo è incredibile, aver vinto qui il mio primo titolo è pazzesco”.

di redazione – dichiarazioni tratte dal sito ubitennis.com

Articolo offerto da SGE Società Gestioni Energetiche