AtletiNewsTornei Internazionali

COBOLLI GIOCA ALLA PARI CON HURKACZ MA ALLA FINE CEDE IN DUE SET AD HALLE

Prosegue invece il momento sfortunato di Flavio Cobolli, che dopo aver pescato al primo turno di Stoccarda, il padrone di casa Jan-Lennard Struff, ha avuto in sorte ad Halle il polacco n.9 del ranking Hubert Hurkacz. Per l’italiano è arrivata un’altra sconfitta all’esordio, maturata anch’essa in due set, e fissata sul punteggio di 75 76(2). A differenza di quanto accaduto in terra tedesca, l’italiano, nonostante fosse opposto a un’avversario di caratura inferiore, non ha rinunciato a esplorare sino in fondo il suo potenziale costringendo Hurkacz a due set molto tirati e riuscendo ad annullare anche due match point nel corso del dodicesimo game del secondo set. Il polacco, che l’anno scorso era stato il leader del circuito per il numero di ace messo a segno, anche contro Cobolli ha trovato nel servizio il suo alleato migliore mettendo a segno 19 ace ed estraendo l’80% di punti dalla sua prima di servizio. Un fondamentale, la battuta, che sull’erba ha impedito a Cobolli di testare la tenuta del suo rivale nello scambio ma che, nonostante l’handicap iniziale, non gli ha impedito di trovare soluzioni spesso efficaci grazie alle quali è riuscito a rinviare l’epilogo di un match che anziché essergli consegnato, Hurkacz ha dovuto invece sudare per far suo. Si scrive sconfitta, si legge esperienza. Il polacco ha alzato il livello nelle fasi calde dei due set. Nel primo due grandi soluzioni di volo per archiviarlo 7-5. Nel secondo un tie-break perfetto vinto 7-2. L’azzurro ha però messo in mostra (vedi il game del 2-2 nel secondo set, praticamente perfetto) varietà di colpi e soluzioni che ci autorizzano a dire che il suo percorso di crescita tecnica è in costante evoluzione e anche dalla sua “mano” si stanno sprigionando colpi di puro talento che evidentemente possiede. Un bel segnale in ottica presente e futura per lui, il proprio team e il tennis italiano.

di redazione

Articolo offerto da www.terramiaitalia.org